OMAL VINCE IL “THE PROCUREMENT AWARDS 2016”

Omal S.p.A vince il Procurement Awards “Beyond Saving” 2016 nella categoria “Acquisti Etici e Sostenibili”, unica PMI italiana nella categoria in concorso.

Grande risultato per la bresciana OMAL S.p.A che il 19 maggio 2016 presso l’Unicredit Pavillion di Milano si è aggiudicata il primo premio nella categoria “Acquisti Etici e Sostenibili” del Procurement Awards 2016 con il progetto “GREEN-in”. La competizione ha selezionato le migliori pratiche portate avanti dagli Uffici Acquisti, suddividendole in quattro categorie: Best Practice Negoziali, Innovazione, Processo d’acquisto in team e, infine, Etica e Sostenibilità.
In un mercato, quello dell’automazione industriale, dove i fornitori sono tutti fortemente globalizzati e le aziende si orientano costantemente verso l’approvvigionamento delle risorse in paesi in via di sviluppo, la sfida vinta da OMAL S.p.A è stata quella di replicare i valori che la caratterizzano – rispetto, passione e senso del dovere – su mercati emergenti, adottando logiche di Innovazione Sociale che ne hanno rafforzato la vision globale.
Per la categoria “Etica e Sostenibilità” OMAL S.p.A ha presentato un progetto realizzato in Cina a partire dal 2013 volto al miglioramento qualitativo dei rapporti commerciali con un fornitore locale di ghisa, che per tre anni è stato affiancato da tecnici OMAL al fine di migliorare le sue performance qualitative di prodotto e di processo, in primis formandolo su metodi di produzione più ecologici e processi di negoziazione più efficaci.
La giuria ha premiato “il coraggio di seguire un fornitore estero superando le logiche classiche del buyer” - orientate esclusivamente alla minimizzazione del prezzo - “attuando un percorso di miglioramento dei processi industriali con evidenti e comprovati impatti sociali e ambientali”.
La strategia adottata da OMAL S.p.A per vincere le sfide odierne del Procurement ha combinato la volontà di lavorare con professionalità e dedizione, caratteristica che da 35 anni fa di OMAL S.p.A un valvoliere italiano d’eccellenza, all’analisi strutturale degli impatti sociali ed ambientali di tutte le operation aziendali, portata avanti grazie alla presenza di un ufficio “Innovazione Sociale” che lavora per dare impatti di mercato ai valori etici del MADE IN ITALY industriale targato OMAL S.p.A, in chiave di Brand Reputation.
Filiere sempre più interconnesse richiedono aziende in grado di raccogliere sfide che poco tempo fa sembravano impossibili: caratterizzare il proprio modello di business per performance qualitative ed etiche d’eccellenza, così da differenziarsi rispetto a competitor interessati a primeggiare solo sul prezzo.
Questo è per OMAL S.p.A l’unico MADE IN ITALY che distinguerà la manifattura italiana da altri player globali e questa, quindi, è stata la scommessa dell’ Ufficio Acquisti (nelle persone di Thomas Buizza e Michele Benini) e dell’ Ufficio Innovazione Sociale (nella persona di Lucia Dal Negro) giocata assieme ad altre grandi aziende italiane tra cui IKEA e WIND, con noi in finale.
Il progetto GREEN-in rientra nella strategia di Innovazione Sociale “Walk the Talk” che OMAL ha appena iniziato ad integrare in tutte le unità operative: un percorso lungo e di eccellenza per un’azienda che promette e mantiene “Empowered Performance”.

 

Logo Omal
00logo Pieralisi
00logo Savi
00logo Wam
00logo Kaeser
00logo Northec
00logo Airdep
00logo Sattler
Logo Sati